Corso di SkiMan

Lettera aperta ai TERMINILLESI!! PDF Stampa E-mail
Notizie dal WEB
Sabato 07 Giugno 2014 15:45

Lettera aperta ai TERMINILLESI!!

Cari amici di Monte Terminillo, leggo con gioia che la pro loco è già al lavoro...Vorrei però condividere con voi la mia delusione. Profonda, per l'affetto che in modo indelebile mi lega a questa montagna. Ho trascorso infanzia, adolescenza e tuttora gran parte del mio tempo libero lo trascorro a Terminillo e non posso certo dimenticare ciò che è oggi e ciò che era quando da piccola era davvero Glam! starci. Dopo anni, domenica scorsa sono tornata in uno dei ristoranti tipici del territorio, così giusto per ricordare quelli che erano i sapori tipici della montagna.

E mi hanno servito, nell'ordine: acqua in bottiglia di plastica acquistata al discount Eurospin (capirai io essendo astemia mi faccio arrivare a casa, casse di acqua San Pellegrino rigorosamente in bottiglia di vetro...qualche piacere almeno me lo consento!); un antipasto - a questo punto presumo anch'esso scelto tra i banchi dello stesso discount - con una "decina" di pezzi di patate arrosto ripassate fino allo sfinimento al microonde; un piatto di verdure che penso nemmeno all'Umberto I le avrebbero servite (carote e zucchine lesse, colore e sapore acetato che a casa mia sarebbero finiti nel cassonetto già da tempo), due fettine di pane rifatto con spalmato - almeno spero fosse - una specie di "spuntì" sempre da discount e uno stinco (già questo dovrebbe darvi un'idea della location... anche perchè non ce ne sono molte ancora aperte...chissà perchè!) cotto almeno qualche giorno prima e anch'esso "rianimato" all'istante al micro.

Ora rispondetevi da soli: se il 2 Giugno la gran parte dei luoghi di vacanza e tempo libero in Italia registravano consenso e partecipazione da parte del pubblico e a Terminillo regnava il DESERTO, perchè?

Della serie una volta mi ci freghi...la seconda forse no! Parliamo di standard ragazzi, di qualità e di accoglienza! Questi luoghi dovrebbero essere gli "ambasciatori" dell'anima della montagna e del territorio, portare a tavola il meglio della zona...pochi semplici piatti, ma sani e genuini!

Formaggi, affettati, carni, zuppe...il nostro territorio può farsene un vanto di tutti questi ingredienti ricchi di bontà e freschezza...e invece? Ecco a tavola il peggio che si possa offrire...Non è questa la strada per attrarre un pubblico attento e che sia pronto a scegliere l'offerta di Terminillo, se ancora una ce n'è! Io come sempre, per amore di questo luogo tornerò a Terminillo...ma non basta gente come me che li c'è cresciuta e ci torna perchè semplicemente lo ama ed è casa praticamente!

Qui serve gente che SCELGA attraverso la reputazione, la pubblicità, il passaparola di passarci le vacanze, i week end d'estate e d'inverno, famigliole e gitanti della domenica che se vogliono pranzare devono alzarsi soddisfatti e poi fare una bella passeggiata a Pian de Valli, in mezzo ai boschi, insomma QUALITA', QUALITA', QUALITA'.

E consentitemelo...serietà. A mio avviso, va fatto un disciplinare - basta un semplice "codice" e tutti gli operatori devono rispettarlo! E soprattutto servirsi dei canali di approvvigionamento che siano propri della ristorazione, con gli standard previsti, non certo carrellare con il discount. Andare o no al discount sono io che lo DECIDO a casa mia però, e se vado al ristorante esigo - utilizzo proprio questa greve espressione - mangiare il meglio di ciò che mi proponi. Altrimenti, non ci sarà verso di far tornare a vivere Terminillo, perchè "rilanciare" è già una parola grossa, per come è ridotto oggi. La concorrenza è alta soprattutto sul fronte del servizio offerto - perchè ormai non basta più un bel posto per attrarre...

E se il turista che arriva, vive, ciò che abbiamo vissuto noi l'altro ieri...non penso proprio che scelga ancora di tornarci!

Ma lo sappiamo: non c'è più nessuno. E questa non è retorica...purtroppo è l'amara verità. Non so quale sia il vostro compito, ma se vi occupate anche di promuovere e valorizzare la zona, vi inviterei a vigilare un pochino di più...

A Terminillo secondo me, se ne salva soltanto uno di esercizio - e infatti è l'unico che lavora, perchè è capace di attrarre facendo le cose per bene, buone, con impegno e serietà. Dovrebbe essere un esempio per tutti gli altri, perchè è questa l'unica strada da seguire.

Cordialmente, Barbara Sabatini