Corso di SkiMan

L'affidamento a Pignatelli un errore formale PDF Stampa E-mail
Il Giornale di Rieti
Mercoledì 18 Novembre 2015 07:26

Trancassini: l'onestà non va declamata, ma semplicemente praticata
«L'affidamento a Pignatelli un errore formale, non sostanziale» dice il sindaco di Leonessa
È di queste ore la contestazione al Comune di Leonessa da parte dell’Autorità anticorruzione per aver affidato l’incarico della progettazione della seggiovia di Campostella senza una procedura di evidenza pubblica. Sotto la lente d'ingrandimento dell'ANAC anche il frazionamento dei servizi di ingegneria evitando le procedure previste quando l’importo dei lavori supera la soglia comunitaria di 40mila euro. Alle accuse il sindaco di Leonessa Paolo Trancassini risponde con alcune precisazioni: «Innanzitutto TSM - Terminillo Stazione Montana - con questa storia non c'entra nulla. Questa contestazione è relativa all'affidamento della progettazione della quadriposto di Campostella, per il quale l'evidenza pubblica c'è stata per il preliminare e non per il definitivo. Un errore formale, non sostanziale, perché ho incaricato uno dei pochissimi progettisti iscritti nell'elenco speciale, il quale non solo ha richiesto un importo al di sotto delle tariffe attualmente vigenti, ma seguendo la vicenda Leonessa - Terminillo è punto di riferimento dell'intero comprensorio da anni e da anni è il Direttore d'Esercizio dell'impianto di Campo Stella svolgendo tale attività gratuitamente».
«Sono molto sereno - aggiunge Trancassini nel post sul proprio profilo Facebook - perché anche in questa vicenda, come sempre, abbiamo fatto gli interessi del Comune. Per ultimo ricordo a chi questa mattina sogghigna dietro la tastiera che l'onestà non va declamata, esaltata, sbandierata, ma va semplicemente praticata e quest'anno io, Lei (l'onestà) ed i miei collaboratori abbiamo festeggiato 25 anni di amministrazione nei quali abbiamo sempre lavorato insieme».