Corso di SkiMan

Terminillo, c'è l'accordo PDF Stampa E-mail
Il Corriere di Rieti
Venerdì 22 Luglio 2016 06:54

Terminillo, c'è l'accordo sulle modifiche al progetto da inviare alla Regione
L'accordo c'è e nel consorzio Smile sembra tornare il sereno. Nuova svolta, ieri, nella lunga vicenda legata al rilancio del Terminillo, con l'accordo che sarebbe stato raggiunto tra i Comuni di Cantalice, Leonessa e Micigliano sulle modifiche progettuali da presentare in Regione Lazio per ottenere la tanto attesa valutazione di incidenza, unico e ultimo step per l'ok definitivo al progetto di rilancio del Terminillo. Dopo le frizioni delle settimane scorse, infatti, i tre Comuni avrebbero raggiunto l'accordo sulle modifiche da presentare (pare) entro ottobre, per tentare di strappare il via libera ai tecnici regionali. "Un grande risultato frutto del giusto spirito che tutti stiamo mettendo nell'affrontare temi cruciali per il nostro territorio e per questo mi complimento con il Comune di Cantalice" ha commentato con soddisfazione il presidente del consorzio, Paolo Trancassini. "Con questo accordo abbiamo dimostrato ancora una volta che ormai è arrivato il tempo per ragionare come territorio e come montagna complessivamente intesi, non più come piccoli Comuni ognuno a se stante. Dispiace, invece, che ancora una volta non sia presente il Comune di Rieti, nonostante mi pare che su un libretto di comunicazione istituzionale di recente pubblicazione Petrangeli abbia inserito anche il Terminillo". Consorzio, Comuni e Trancassini ripartono dunque spediti verso l'obiettivo da raggiungere, cioè il disco verde dalla Regione. Il compromesso riguarderebbe soprattutto i tagli da apportare al progetto originario, nodo sul quale, nelle settimane scorse, Cantalice aveva subito drizzato le antenne, rischiando di essere il territorio più penalizzato in termini di prospettive economiche. Invece alla fine, nella riunione di ieri, pur ribadendo che l'obiettivo di lunga portata è realizzare tutto ciò che era inizialmente previsto, anche il Comune guidato da Silvia Boccini avrebbe dato il suo appoggio. Cantalice procederà comunque al rifacimento della Cardito nord e più in generale i Comuni avrebbero confermato la volontà di riproporre il collegamento tra i due versanti. Stizzita la vicesindaco di Rieti, Cecilia Pariboni: “Il Comune non era alla riunione perché non fa parte dei soci del consorzio e all’odg non figuravano le modifiche al progetto. E’ grave che Trancassini attacchi il Comune di Rieti, evidentemente è partita la campagna elettorale e questo dovrebbe far riflettere i sindaci di Micigliano e Cantalice”.
di Marco Fuggetta