Corso di SkiMan

Tutto da rivedere PDF Stampa E-mail
RietiLife.it
Mercoledì 01 Febbraio 2017 21:14

Terminillo, il progetto è tutto da rivedere
La Provincia di Rieti ha diffuso delle dichiarazioni per fare luce sulla situazione del progetto di rilancio del Terminillo.
“Questa mattina presso l’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio si è svolto un incontro tra i rappresentanti della Provincia di Rieti e dei Comuni di Rieti, Cantalice, Leonessa e Micigliano per valutare insieme all’Arch. Demetrio Carini, direttore del settore competente sulla procedura di VIA,   le risultanze del tavolo di confronto istituito tra i tecnici regionali e quelli comunali e provinciali per superare le criticità progettuali che hanno determinato  la valutazione di incidenza negativa nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale” dicono dalla Provincia. “Dopo mesi di serrato confronto e approfondimento si è giunti alle necessarie modifiche del progetto per il rilancio del comprensorio del Terminillo per poter riavviare l’iter di approvazione; modifiche che, pur riducendo notevolmente e sostanzialmente la significatività di incidenze negative a carico di habitat o specie di interesse comunitario, non hanno compromesso la valenza comprensoriale del progetto” aggiunge la Provincia.
“Ciò consente di riaprire i termini della Conferenza di Servizi per l’esame del progetto, secondo le modalità stabilite dal Dlgs 152/2006, in modo da poter acquisire i pareri mancanti e far pronunciare nuovamente gli Enti che già si erano espressi. I partecipanti hanno confermato unanimemente l’importanza del progetto per il rilancio dell’economia locale ulteriormente provata dagli eventi sismici che si sono susseguiti dal mese di agosto, parimenti si è espressa la volontà di procedere nel pieno rispetto delle normative vigenti a tutela dell’ambiente. La Provincia convocherà nei prossimi giorni il tavolo per consentire ai tecnici di redigere il progetto con il recepimento delle modifiche e delle integrazioni emerse nei confronti che si sono tenuti negli ultimi mesi in modo da poter riconvocare la Conferenza di servizi e riaprire i termini della approvazione quanto prima possibile” concludono.