Corso di SkiMan

Terminillo Sky Race tra gara e solidarietà PDF Stampa E-mail
Il Messaggero
Lunedì 19 Giugno 2017 15:19

Terminillo Sky Race tra gara e solidarietà
Il prossimo 25 giugno, tra i sentieri del Monte Terminillo, è in programma la 13esima edizione della Monte Terminillo Sky Race. La mountain marathon nasce per ricordare Salvatore Signorino, atleta del Gruppo sportivo Forestale, scomparso prematuramente nel marzo del 2004 a causa di una leucemia fulminante. Per questo l'Associazione Sky Race ha deciso di stringere una collaborazione con l'Associazione onlus Alcli Giorgio e Silvia, per la lotta contro le leucemie e neoplasie ematologiche dell'infanzia e dell'adulto, al fine di devolvere il ricavato delle quote di iscrizione per la ricerca. IL PROGRAMMA
La Sky Race è una gara di 24,5 chilometri per 2.350 metri di dislivello. Il percorso (dettagli su http://www.terminilloskyrace.it/navigator.php?ID=PERCORSO) attraversa diversi paesaggi, dalla strada ai boschi, fino alla cima della montagna. La gara spazia tra salite da «vertical» a passaggi in quota e discese tecniche. Quest'anno, inoltre, assegnerà i titoli italiani master della Fisky, Federazione italiana skyrunning. Le iscrizioni possono essere effettuate sul sito www.kronoman.it fino al 21 giugno o presso il negozio Montagna Dimensione Verticale, in viale Fassini, a Rieti. Per partecipare alla competizione sono necessarie una documentazione e un equipaggiamento specifici. Il ricavato della Monte Terminillo Sky Race sarà devoluto all'Associazione onlus Alcli Giorgio e Silvia: l'associazione nasce nel 1987 e in 30 anni si è sempre dedicata al sostegno dei malati oncologici e delle loro famiglie, sotto diverse forme. Nata inizialmente per il supporto psicologico, nel tempo si è ampliata fino a dedicarsi anche alla ricerca sulle patologie oncoematologiche per bambini ed adulti. Nel 1993 è nata la sezione di Rieti che si occupa di fornire diversi servizi tra cui l'assistenza domiciliare ai malati, il trasporto per chi non ha mezzi per recarsi nei centri di cura, l'accoglienza ospedaliera e ha realizzato anche il progetto della costruzione di una casa per ospitare le famiglie dei malati che vengono da località distanti dai centri di cura e che non possono permettersi le spese per un soggiorno. Grazie ai fondi raccolti da questo progetto sportivo, e non solo, dallo scorso anno, è nato il Centro oncologico di prevenzione e ricerca della Provincia di Rieti: opera di un progetto congiunto tra Alcli Giorgio e Silvia e Sabina Universitas, il centro è stato istituito con lo scopo di realizzare studi epidemiologici e clinici in ambito oncologico. Parte del ricavato della Sky Race sarà devoluto anche all'Associazione italiana per la Lotta al Neuroblastoma.
di Silvio Ippoliti