Corso di SkiMan

Inventiva e spirito d’iniziativa non mancano PDF Stampa E-mail
Il Corriere di Rieti
Martedì 29 Agosto 2017 06:45

“A Terminillo inventiva e spirito d’iniziativa non mancano”
Si respira voglia di rilancio a Terminillo, innanzitutto grazie a chi ci investe e chi crede che, nel giro di poco tempo, la montagna potrà diventare davvero meta sempre più gettonata. Le iniziative sono diverse e anche originali, ottime per raggiungere quel rilancio di cui si parla da tempo. Una di queste, eccellente mezzo di promozione, una web tv, un network che racconti ciò che accade sul monte Terminillo. La mente di "TerminilloTv" è Giammaria D'Angeli supportato, per la parte tecnica, da Maurizio Rossi.

"L'idea è di dar vita a una web tv per coloro che amano il Terminillo facendone conoscere attività e iniziative e per raccontare, nel miglior modo possibile, il territorio arrivando a tutti - dice Rossi - io sono uno dei realizzatori di tutto questo e ne sono particolarmente felice. Proporremo iniziative e progetti, ma faremo anche conoscere le aziende di coloro che hanno investito sulla montagna credendo fino in fondo nel suo potenziale. Partiremo da settembre con questa piattaforma live in streaming h24, sempre in diretta. Per conoscerci meglio basta visitare www.terminillo.tv oppure www.centroitaliaduepuntozero.it". Un'altra iniziativa degna di lode per ingegno e spirito imprenditoriale è quella messa in campo dal 45enne reatino Massimo Lanaro che, insieme ad altre persone, ha messo in piedi la società "MyTowers" che ha l'obiettivo di offrire un servizio molto importante per i turisti. "Dopo aver notato l'esistenza di diversi appartamenti praticamente abbandonati - racconta - abbiamo deciso di contattare i proprietari e fare in modo che potessero essere affittati, anche per periodi brevi, a coloro che vogliono trascorrere qualche giorno al Terminillo. Stiamo nascendo adesso con la volontà di creare una sorta di albergo diffuso proprio perché ci sono immobili in disuso che prendiamo in carico dai proprietari e li mettiamo a disposizione, occupandocene totalmente anche per quel che riguarda la fornitura di biancheria e servizi vari. Purtroppo per il Terminillo c'è ancora molto da fare - continua Lanaro - sembra terra di nessuno, non c'è un'Apt, mancano posti di lavoro e, quel che è più grave, una vera cultura del turismo. Non è una montagna sulla quale puntare per la stagione invernale perché presenta troppi problemi, a cominciare dal clima. Bisogna creare attrattive per allungare quella estiva facendo leva su iniziative per i giovani perché non può essere una montagna solo per andare a riposarsi ma anche per divertirsi, intercettando così la fascia più giovane. Sono necessari progetti per i bambini che prima c'erano e, a un costo bassissimo, creavano movimento". Il valtellinese Michele Prevostini gestisce il ristorante "La Capannaccia" ed è anche capo servizio degli impianti da 7 anni. Dallo scorso luglio ha deciso di avventurarsi nella gestione del ristorante che sta andando molto bene. "Siamo aperti a pranzo e a cena - dice - e abbiamo avuto una clientela varia tra romani, reatini, ternani ma anche stranieri. Per l'estate terminillese si può fare qualcosa in più nell'organizzare eventi come nella vicina Leonessa, per l'inverno ovviamente dobbiamo confidare in abbondanti nevicate che ci permettano di lavorare, ma credo che per ogni iniziativa, sia che si svolga in estate o in inverno, ci sia bisogno di fare maggiore pubblicità, individuando veicoli adeguati di promozione per questo territorio". Roberto Paolocci è romano ma da circa tre anni ha deciso di trasferirsi a Terminillo "per amore della montagna", dice. E' il presidente dell’Associazione proprietari appartamenti: "Ci siamo costituiti con lo slogan 'stop al degrado del Terminillo' nel giungo del 2016. Con l'ex sindaco Petrangeli stilai un documento con una serie di richieste rimaste inascoltate. Ora, con la giunta Cicchetti, c'è un ottimo dialogo, abbiamo notato più interventi di manutenzione in questi tre mesi dall’insediamento della nuova giunta che nei trascorsi 5 anni. Chiediamo un impegno sostanziale, va ricreato il giusto interesse verso Terminillo. Anni fa avevo individuato sponsor per realizzare campi da tennis e iniziative e ne avevo parlato con la vecchia amministrazione che non avrebbe sostenuto costi, ma non si è fatto più niente. Spero che le cose cambino presto". Infine Antonio Cavalli, proprietario del maneggio "La Scuderia", che sottolinea come per tre anni, con la sua passata gestione del campo d'altura (oggi gestito da Ippolito Matteucci), siano state molte le iniziative che ha realizzato per conto del consorzio "Smile", ottenendo brillanti risultati. "Il campo d'altura non era abbandonato - puntualizza - tutt'altro, era attivo tutto l'anno così come il bar".
Il presidente della Provincia
"Non posso che guardare con entusiasmo all'ingresso di Rieti nel consorzio 'Smile' che certamente ne permetterà un consolidamento portando al raggiungimento dei tanti obiettivi che ci si prefigge per il monte Terminillo". Così il presidente della Provincia, Giuseppe Rinaldi, sull'entrata del comune capoluogo nel consorzio guidato dal sindaco di Leonessa, Paolo Trancassini. "Il mio augurio è che si riesca a raggiungere l'approvazione del progetto in Regione superando i vincoli che il monte ha, portando a compimento una progettazione importante per il suo rilancio. Un monte molto amato, lo sappiamo tutti e ne abbiamo avuto ulteriore conferma nel corso del Ferragosto appena trascorso, con presenze record. Credo che il Terminillo vada pensato nell'ottica di un turismo da sfruttare 365 giorni l'anno e non solo come montagna le cui attività siano strettamente legate alle stagioni. Oggi, l'offerta turistica è sempre più esigente. La Provincia completerà entro ottobre i lavori della piscina - continua Rinaldi - per l'appalto in corso, poi c'è il progetto delle scuole con la concessione in comodato d'uso della struttura al liceo scientifico 'Jucci' - indirizzo sportivo - e all'alberghiero, per la valorizzazione dei prodotti tipici, progetto finanziato dal Miur, ulteriore tassello, importantissimo, per il futuro del Terminillo. Infine la questione delle piste da sci di fondo - conclude l’inquilino di Palazzo d’Oltre Velino - decine di chilometri non funzionanti: la Provincia non ha le risorse e credo che, in generale, il Terminillo abbia bisogno si di aiuti dagli enti, ma anche da privati".
www.facebook.it/terminilloeventi per info sugli eventi, www.facebook.it/promomont per info sul massiccio e i dintorni
Ilaria Faraone