Corso di SkiMan

Terminillo, ecco il piano di rilancio PDF Stampa E-mail
Il Messaggero
Lunedì 26 Ottobre 2009 17:52

L’assessore comunale Perelli al lavoro sulla relazione chiesta nei mesi scorsi all’avvocato Persio
Terminillo, ecco il piano di rilancio
Piste da riattivare, un advisor che cerchi investitori e impianti da mettere a gara
Riattivare le piste “in sonno”, nominare un advisor che cerchi investitori interessati alla stazione sciistica reatina, creare un pacchetto di impianti da mettere a gara per la gestione: è il Terminillo fattibile del Comune di Rieti, non necessariamente alternativo a quello (mooolto) futuribile della Provincia e comunque un piano d’azione a cui sta lavorando l’assessore Antonio Perelli dopo la delega avuta dal sindaco Emili proprio sul Terminillo.

Sulla materia delicata e complessa di piste, impianti e concessioni - peraltro ormai ridotti al lumicino - il Comune di Rieti non parte da zero: c’è un report commissionato nei mesi scorsi all’avvocato Francesco Persio che aspetta di essere studiato e, soprattutto, utilizzato. Per fare cosa?
«Per riqualificare quel che c’è e che c’è stato - spiega Perelli - bisogna innanzitutto bussare alla Regione per riattivare alcuni tracciati non più in essere; poi mettere a gara le concessioni scadute e prepararsi a fare altrettanto per quelle in scadenza. Tutto questo può far parte di un pacchetto unico che un advisor di nomina comunale potrebbe piazzare tra investitori interessati al Terminillo. E’ un’azione sulla quale necessariamente dovrà esserci la convergenza con tutti i Comuni del comprensorio (uno per tutti, Cantalice per la Cardito nord, ndr) e con la stessa Provincia e che nasce senza marchi politici. Aspettando quel che si può fare nel futuro cominciamo a fare qualcosa che è alla portata per l’immediato». Di immediato per ora c’è la stagione prossima ventura: «Stiamo approntando un piano di chiusura al traffico del centro nei giorni festivi dal ponte dell’8 dicembre al 15 gennaio, con una circolare dell’Asm che collegherà i parcheggi dei Tre Faggi e di Campoforogna con Pian de’ Valli. Puntiamo ad aprire almeno al mattino un kinderihn e a spingere i locali del Terminillo a organizzare serate per i giovani. Come Comune cercheremo di non farci trovare impreparati con gli addobbi natalizi: quest’anno Terminillo deve arrivare prima».
Di questo e di altro si è parlato ieri in occasione della Festa d’Autunno che gli operatori organizzano al Rialto. Ospite d’onore il senatore Angelo Maria Cicolani, che ha fatto il punto sulle opere che interesseranno la via Salaria, che nella sua diramazione è proprio a Terminillo che porta. E che si vorrebbe portasse romani a frotte.
A.L.