Corso di SkiMan

Boom di turisti PDF Stampa E-mail
Il Messaggero
Lunedì 08 Gennaio 2018 15:31

Terminillo, boom di turisti per le feste negli alberghi e nei negozi un 30 per cento in più di fatturato
RIETI - Benedetta neve ma non solo: Terminillo è tornato affollato e gaudente come non si ricordava da un pezzo e questa prima parte di stagione va in archivio con un +30% di presenze negli alberghi e di fatturato nei negozi che Comune di Rieti, Consorzio Smile e Ascom si sbrigano a incorniciare. Alla conferenza stampa di fine vacanze di Natale manca solo la Provincia (che pure sul Terminillo ha più di una voce in capitolo) ma il vicesindaco Daniele Sinibaldi giura che c’è piena collaborazione anche con loro – per esempio sulle piste da fondo - e persino con la Regione di Zingaretti, che sembra propensa ad affidare al Comune di Rieti il Palazzo del Turismo.

Però tanto Sinibaldi quanto l’assessore Gianfranco Formichetti non resistono alla tentazione di ribadire che col centrodestra, per il Terminillo, è tutta un’altra storia. «Ricominciamo», dice Formichetti-Pappalardo: «Ricominciamo a fare quello che abbiamo fatto per anni, portare spettacoli e cultura quassù per dare a questa stazione un valore aggiunto, rispetto a quello ambientale che ha già di suo».
ORA ARRIVA IL TERMINILLO FILM FESTIVAL
Dopo il cartellone natalizio, a metà febbraio dovrebbe tornare il «Terminillo Film Festival» e poi la programmazione estiva, «e chissà che non si possa studiare qualcosa tipo le rassegne di Cortina, con la presentazione di libri, gli incontri con gli autori». Anche Sinibaldi osa: «Questo è stato solo l’incipit di una stagione nuova per il Terminillo: vero, la neve ci ha aiutato, ma c’è un lavoro e un disegno politico dietro che punta a riportare Terminillo al centro del territorio, traino per l’intera economia reatina».
In questo periodo natalizio – baciato da un allineamento di pianeti favorevoli come non si vedeva da un pezzo – è successo: «Con Terminillo al completo hanno lavorato tanto anche gli alberghi e i ristoranti di Rieti – dice Nando Tosti, patron di Confcommercio – tant’è che abbiamo chiesto all’Asm di implementare i collegamenti con la città. Erano anni che non succedeva più». Michele Casadei, dell’hotel Togo, quest’anno ha rivisto anche turisti inglesi e americani. E’ molto contento, e non fa niente per nasconderlo: «La neve ce l’ha mandata il buon Dio ma anche noi ci abbiamo messo del nostro – dice del Consorzio Smile e del Comune di Rieti – Abbiamo avuto un 30% di presenze e feedback assolutamente positivi sia tra gli operatori alberghieri che commerciali. Questo è un punto di partenza: adesso andiamo avanti, con le settimane bianche, le gare sportive. La stagione è solo agli inizi».
LE COSE ANCORA DA FARE
Restano le grande incompiute – piscina, restyling degli impianti – per non dire dei temi più spinosi come Terminillo Stazione Montana e la gestione degli impianti. Ma con centinaia di auto incolonnate verso Roma e il prossimo week end che già si annuncia da tutto esaurito nessuno ha voglia di angustiarsi. Idem per il Consorzio Smile. Il Comune di Rieti doveva entrare e subito, anche per rimarcare le distanze con il centrosinistra di Petrangeli, invece ancora non l’ha fatto: «Lo faremo, ma quando la scatola amministrativa sarà pronta e pienamente operativa, perché per noi è il Consorzio che dovrà assumere il ruolo di direttore di stazione», dice Sinibaldi. Per tutto il resto c’è la neve, meglio di una mastercard.
di Alessandra Lancia