Corso di SkiMan

Terminhill – Il Downhill di Roma 2018 PDF Stampa E-mail
Rieti in Vetrina
Martedì 07 Agosto 2018 18:04

A Terminillo “Terminhill – Il Downhill di Roma 2018”
Terminillo ospita Terminhill-Il downhill di Roma, il primo evento di downhill skateboarding del Centro Italia. L’evento organizzato da “Longskate Riders Roma” e “SnowPress” con il patrocinio del Comune di Micigliano, Comune di Rieti, Provincia di Rieti e la FISR (Federazione Italiana Sport Rotellistici) si svolgerà dal 24 al 26 agosto e prevede la partecipazione di riders provenienti da ogni parte d’Italia ed alcuni anche dall’estero che non vogliono perdere la prima edizione dell’evento. Gli skaters scenderanno dalle 9.30 alle 17.30 in longboard (una tavola più lunga e stabile del classico skateboard) sulla s.p.10, nel tratto di strada compreso fra il valico Sella di Leonessa e il versante reatino della stessa strada, lungo un percorso di 2,5 km fatto di curve, tornanti e un rettilineo finale che porta fino alla Valle del Sole, dove è previsto l’arrivo dei partecipanti e la presenza di stand di settore che daranno la possibilità di testare i nuovi materiali ai più esperti o dispensare consigli a chi vuole iniziare.
Lo spettacolo è assicurato, sia per le capacità tecniche degli atleti ma anche per la location veramente suggestiva che gli organizzatori hanno ben scelto per la realizzazione dell’evento; il pubblico potrà assistere allo spettacolo liberamente e posizionarsi lungo il tracciato, che sarà messo in sicurezza per l’occasione. Per gli atleti sarà obbligatorio l’uso del casco integrale e tutte le protezioni del caso, fra l’altro gli organizzatori, insieme a TSG ITALIA, sono promotori della campagna di sensibilizzazione “Senza casco, non ci casco”. Gli skaters interessati a partecipare (massimo 100 partecipanti) possono iscriversi sul sito ufficiale dell’evento www.terminhill.it, dove possono trovare tutte le informazioni e gli alloggi convenzionati.
Oltre alla parte sportiva, l’evento prevede un intrattenimento serale: il “welcome party” del venerdì che si terrà presso l’Hotel Terminillo e che darà il benvenuto a tutti gli atleti. Il sabato sera gli skaters si ritroveranno in località Pian de’ Valli, per le premiazioni della giornata e assistere all’esibizione di una band.
Oltre all’aspetto promozionale dell’ evento, gli organizzatori vogliono lanciare un messaggio alle istituzioni: comprendere che lo skateboard – nelle sue diverse specialità – è un vero e proprio sport nonché un mezzo di mobilità alternativa e green.
Nello specifico, la pratica del “downhill skateboarding”, si è diffusa sempre più in Italia, così come in Europa e nel resto del mondo; tale disciplina sportiva, si pratica con una tavola più lunga del classico skateboard e consiste nell’affrontare strade di montagna ben asfaltate e in discesa, sulle quali il praticante (in gergo rider) fa “scivolare” e “derapare” la propria tavola, con l’obiettivo di percorrere la strada, da un punto A ad un punto B, nel modo più veloce e tecnico possibile. La crescita esponenziale di praticanti quest’attività ha fatto sì che dall’ essere considerata uno sport di nicchia, nel 2012 è stata riconosciuta ufficialmente dal CONI con la FISR (Federazione Italiana Sport Rotellistici) e come tale prevede gare, campionati, corsi di avvicinamento, ma soprattutto allenamenti periodici.
Sul territorio nazionale, impianti sportivi o strade riservate agli allenamenti degli atleti non ce ne sono, ed il paradosso è infatti questo: esiste un campionato italiano di “downhill skateboarding”, ma non c’è la possibilità di allenarsi in sicurezza. L’idea di realizzare l’ evento “Terminhill – Il downhill di Roma” nasce proprio per sopperire a questa mancanza e consentire l’allenamento dei riders in totale sicurezza e in assenza di rischi.
La speranza degli organizzatori è che nel futuro si riesca a trovare, insieme alle istituzioni, delle soluzioni per riuscire a coniugare le esigenze di allenamento dei praticanti del “downhill skateboard” con quelle della viabilità locale, cercando il giusto compromesso tra promozione dello sport e sicurezza stradale, con conseguente diminuzione dei rischi connessi alla loro attività e questo a beneficio sia dei riders stessi ma anche degli automobilisti.