Corso di SkiMan

Cronoprogramma per l'approvazione del progetto PDF Stampa E-mail
Il Corriere di Rieti
Giovedì 15 Novembre 2018 07:30

Terminillo: il cronoprogramma per l'approvazione del progetto
Un incontro tecnico per fare il punto sulla situazione del progetto di sviluppo “Terminillo stazione montana” dalla cui approvazione, in Regione, dipende lo sblocco dei fondi a esso destinati. Un faccia a faccia al quale ne seguirà un altro tra meno di una settimana, sempre in Regione, per definire la gestione dei tempi rispetto alla consegna del progetto e anche la riprogrammazione dei fondi dal triennio 2018-‘19-‘20 a quello 2019-’20 e ‘21, fondi che andavano spostati per evitare che venissero persi. Una parte di essi, circa 400 mila euro, sono già stati utilizzati dal Comune di Leonessa per progetti e impiantistica; la restante parte riguarda gli altri Comuni del comprensorsio: su di essi pende il parere sulla valutazione di incidenza ambientale determinante per l’approvazione del progetto. Il tavolo si è svolto alla presenza dei sindaci dei Comuni del consorzio “Smile”: Rieti, Leonessa, Micigliano e Cantalice, i tecnici della Provincia insieme agli assessori regionali Mauro Alessandri e Claudio Di Berardino. Un primo faccia a faccia che ha incassato il supporto, pur non presente per altri impegni, del neo presidente della Provincia, Mariano Calisse, che nei giorni scorsi aveva incontrato il vice sindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi, esprimendo pieno sostegno al Tsm (Terminillo stazione montana). “In Regione abbiamo fatto il punto sulla situazione – ha spiegato Sinibaldi – concordando di riprogrammare i 20 milioni nel 2019, 2020 e 2021, un passaggio tecnico importante per evitare che, in qualche modo, venissero persi. C’è già un’altra riunione calendarizzata per lunedì prossimo di nuovo in Regione – continua - al fine di stilare un cronoprogramma veritiero. Ci presenteremo a incarichi assegnati, dopodiché avremo a disposizione circa 45 giorni e entro gennaio 2019 (e non dicembre 2018 come sostenuto una settimana fa, ndr) dovremo consegnare il progetto rivisto e corretto alla Regione”. Rivisto secondo le osservazioni del settore ambiente, riguardanti il rispetto delle Zone di tutela speciale e dei Siti di interesse comunitario esistenti sulla “montagna di Roma”. Quello di lunedì prossimo sarà dunque un passaggio decisivo. “Avremo 45 giorni per la consegna alla Provincia dei progetti da parte dei tecnici e da lì si avvierà l’iter in Regione per riportare tutto alla conferenza dei servizi”. Un lavoro, come già sottolineato anche dallo stesso Sinibaldi, che andava fatto ameno tre anni fa. “Finalmente, Comune capoluogo e Provincia marciano verso un traguardo importante per il Terminillo”.

Ilaria Faraone