Rilancio Terminillo, i comuni sono d’accordo: ora serve l’ok della Regione
Il Terminillo Stazione Montana (TSM2), che punta a rilanciare la montagna reatina, ora attende l’ok della Regione. “Il progetto di sviluppo del territorio che coinvolge i Comuni di Rieti, Leonessa, Micigliano, Cantalice volto alla costruzione di nuovi impianti di risalita e nuove piste – spiegano dalla Provincia – e che prevede interventi per la ristrutturazione e l’ampliamento degli impianti sciistici, ha avuto un arresto a seguito del parere negativo della Regione e ad oggi è stata revisionata e riprogrammata in in attuazione della DGR lazio 162 del 11.04.2017.

Il progetto rimodulato ha ricevuto in questi giorni l’approvazione di tutti i Comuni coinvolti ed è pronto per essere presentato nuovamente alla Regione. È previsto un appuntamento tecnico politico a Roma, negli uffici regionali, il 18 di Giugno volto alla disamina del nuovo progetto, soprattutto per quanto riguarda l’attività istruttoria e la valutazione di impatto ambientale”.
Il Presidente della Provincia Mariano Calisse commenta positivamente: “Sono molto fiducioso che questa sarà la volta buona per l’approvazione definitiva di questo progetto, che è strategico e vitale per il Terminillo e per il tessuto imprenditoriale e turistico dei Comuni coinvolti. Ringrazio di cuore l’Ufficio Tecnico Provinciale per la sua attività di coordinamento e i Consiglieri provinciali per il loro supporto e per l’impulso che hanno dato all’iter procedurale”.