Monaco: “Innevamento a singhiozzo sulle piste da fondo. Maestri di sci in stato d’agitazione”
“Inconcepibile che ad oggi non risultino innevati neanche 100 metri delle piste da fondo dei Cinque Confini (Terminillo), dal momento che l’impianto di innevamento artificiale garantisce circa 2,5 km e le temperature permettano di procedere senza riserve.

Il gestore delle piste da discesa è, infatti, intervenuto già durante le vacanze natalizie, producendo una brevissima lingua di neve, che ha rappresentato comunque un’opportunità.
I Maestri di sci dei Cinque Confini, gli sci-club, gli aspiranti maestri del Collegio del Lazio ed i fondisti sono, pertanto, in stato di agitazione, in quanto già per l’ultima settimana di gennaio si attendono le prime scolaresche, nei primi di febbraio è calendarizzata una gara FISI e si prevede, inoltre, la possibilità di ospitare un modulo del Corso di formazione dei Maestri di sci del Lazio.
Ci si chiede, a questo punto, quale sia il senso di un impianto di innevamento e di un gestore, il cui compenso ammonta a circa 10.000,00 euro IVA esclusa”.
Lo dichiara in una nota Matteo Monaco