Stampa
Rassegna Stampa
Rietintasca
Visite: 88

Donati: “Ambientalisti dalla visione miope e senza proposte alternative”
Racconta così la sua visione sulla presa di posizione delle associazioni ambientaliste, il consigliere comunale Roberto Donati.
Parto dall’ultima frase del comunicato diffuso dagli “ambientalisti“, che si definiscono contrari all’approvazione del TMS2: “Ma il discorso non terminerà con la bocciatura del TSM; il Terminillo rimane una enorme risorsa per il Reatino, da interpretare e valorizzare con occhi diversi; e a questa nuova prospettiva siamo disponibili con entusiasmo a contribuire.”

Trovo incomprensibile un’alzata di scudi contro l’approvazione del Progetto di rilancio della Montagna definito TSM2 da parte di associazioni ambientaliste, sopratutto se si ritiene che il progetto risulterebbe fallimentare perché i lavori di impatto ambientale, indispensabili per la riqualificazione e l’ampliamento della Stazione Montana, non risulterebbero giustificabili dal ritorno economico dell’investimento.
È un’interpretazione miope di vedere il progetto, soprattutto se si critica e non si presenta mai un’alternativa.
Non bastano dichiarazioni disponibili a collaborare, dico basta alle parole e si ai progetti, si alle realizzazione di opere che riqualificano il territorio, fatti e non parole.
Le stesse associazioni riconoscono l’elevato potenziale del Monte Terminillo, con lo stesso occhio come si va a non notare che il Terminillo sta morendo?
Il potenziale di un territorio non si sviluppa da solo, ma attraverso progetti, opere, servizi messi in rete e lavoro, e il Terminillo Stazione Montana è l’opportunità più importante che tutto il Territorio Provinciale ha davanti, una sfida da vincere assolutamente!
È stato fatto un grande lavoro progettuale tra i Comuni del territorio, con un grande lavoro di coordinamento della Provincia di Rieti, ascoltando e lavorando a stretto contatto che gli ingegneri della Regione Lazio, perché tutto il territorio reatino vuole una riqualificazione del Monte Terminillo, vuole vedere e lavorare per la realizzazione di quel potenziale della Montagna che tutti vediamo e riconosciamo, ma questa volta non più con le parole, bensì con i fatti.
Continueremo a dirlo in tutti i modi, in ogni forma.
Per Terminillo, la nostra Montagna.
Per Rieti, la nostra Terra.
Si al TSM2!
Roberto Donati