"Terminillo splendore montano. La montagna di tutti e di nessuno”, la due giorni promossa da Balia dal collare
“Terminillo splendore montano. La montagna di tutti e di nessuno” è la due giorni ambientale tra Rieti e Leonessa, prevista i prossimi sabato e domenica, 12 e 13 settembre. Nata dall’attivismo spontaneo del neo-gruppo cittadino Balia dal collare, la full immersion si svolgerà presso Le Tre Porte e nella località Fontenova di Leonessa e sarà solo la prima tappa di un percorso di approfondimento e coinvolgimento della popolazione, “Traiettorie di acqua, montagne e cemento”.

Perché? Per il gruppo neo-costituito non è più rinviabile l’urgenza di affrontare le problematiche del territorio con un approccio comunitario propositivo e costruttivo, riassunte in una locandina made in reatino, irriverente ma puntuale. Troppe le “traiettorie”, eredità di un passato che vuole ancora ipotecare il futuro, ne sono esempi il Tsm, Terminillo Stazione Montana - che prevede impianti su una montagna senza neve, definito dall’economista Fabio Belli «un’occasione persa per il territorio, che continua a puntare su iniziative isolate, fallimentari dal punto di vista economico e che infliggono danni al patrimonio ambientale»; l’acquedotto Peschiera-Capore la cui acqua per metà viene dispersa; l’ampliamento della Salaria a quattro corsie e la ferrovia.
Come evidenzia uno studio delle Camere di Commercio a livello nazionale elaborato a luglio, il turismo "attivo" potrà avere una grande potenzialità perché una delle motivazioni del viaggio sarà la ricerca di ambienti salubri e di attività all'aria aperta. “Quindi puntare su progetti di questo tipo cercando di destagionalizzare la fruizione - sostiene Paolo Piacentini, Presidente di Federtrek, e relatore all’evento di sabato 12 - può davvero nutrire l’ambizione di inaugurare una nuova e florida prospettiva”. Per Balia dal collare, simbolo delle specie protette sul Terminillo ma non solo, molte altre sono le opportunità di uno sviluppo sostenibile, offerte da una provincia "attraente per natura".
Il programma
All’incontro pubblico di sabato 12 alle 17,00 presso le Tre Porte, in via della Verdura 21, interverranno:
- Fabio Belli, economista, con osservazioni di carattere economico sul progetto TSM;
- Andrea Bollati, docente dell’Università Roma Tre, sulla sentieristica dei monti reatini;
- Lupus in fabula con l’esperienza dei comitati ambientali nella difesa del Monte Catria
- Friday For Future Rieti, sulla ricchezza dell’ecosistema dei monti reatini nell’ottica giovanile
- Paolo Piacentini, Presidente Federtrek;
- Giuseppe De Marzo, economista, rete dei numeri pari
Per garantire il rispetto delle norme anti-covid, è consigliata la prenotazione al n. 3207147755.
Mentre domenica 13 dalle 9.00 il ritrovo sarà a Fontenova di Leonessa, all’ingresso tra Fagus Park e Ostello della Gioventù, per una suggestiva giornata “A passeggio con il faggio!”.
Gli organizzatori chiedono di portare con sè abbondanti sorrisi - intuibili anche sotto la mascherina -, adeguate scarpe da trekking, pranzo al sacco e il proprio bicchiere personale per onorare l’ambiente incontaminato e secolare del Terminillo, annoverato persino nel Patrimonio dell’Unesco.
Dopo un momento di ristoro condiviso dal sapore intenso del caffè e dolce dei biscotti, dalle 14.30 seguirà un’assemblea plenaria conclusiva sulle vertenze del territorio.
Anche in questo caso va indicata la propria partecipazione via mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
di Fabiana Battisti