Corso di SkiMan

Duecento piloti pronti a darsi battaglia PDF Stampa E-mail
Il Messaggero
Giovedì 08 Luglio 2010 15:03

Duecento piloti pronti a darsi battaglia
Faggioli resta il favorito, nutrita la pattuglia dei reatini.

Sta per iniziare la “Woodstock dei motori”, la 47esima edizione della “Coppa Carotti”, valida come 49esima cronoscalata “Rieti-Terminillo”. Molti appassionati hanno già tirato fuori le tende da campeggio: serviranno ad ospitare i più temerari che trascorreranno le notti del prossimo weekend lungo le pendici del Terminillo, pronti ad ammirare i bolidi che saliranno in vetta, compresi molti prototipi e Formula. Domani cominceranno le verifiche tecniche, sabato le prove e domenica la gara. Tutto verrà presentato ufficialmente domani mattina nel corso di una conferenza stampa che si terrà all’interno del quartier generale di Vazia (ex mobilificio Pepe). Ieri gli organizzatori hanno comunicato il dato degli iscritti: saranno 200 i piloti che si daranno battaglia lungo i tornanti del Terminillo, tra cui un corposo numero di reatini. «Al momento diciamo che non possiamo lamentarci - ha affermato attraverso un comunicato stampa Innocenzo de Sanctis, presidente dell’Automobil club di Rieti che con l’aiuto dell’Aci di Roma ha organizzato la competizione motoristica - vista la crisi e le tante problematiche che attanagliano anche lo sport. Abbiamo sfondato il muro delle 200 adesioni, compresa la partecipazione dei migliori piloti della specialità, sia italiani che stranieri, e questa è già un fatto molto importante. Attualmente tutto procede bene - ha aggiunto de Sanctis - e spero che duri così fino al termine della manifestazione. Se pensiamo che fino a pochi giorni fa la gara non si sarebbe dovuta svolgere a causa degli annosi problemi legati ai fondi, parlare oggi di 200 iscritti e di un esercito di appassionati pronto ad invadere le strade del Terminillo, credo sia il giusto riconoscimento a chi ha lavorato e continua a farlo solo ed esclusivamente in nome della gara».
Una corsa valida come sempre per il Campionato italiano di velocità in montagna (sesta prova) e per quello Europeo sempre della montagna (prima prova del secondo girone). Si tratta della manifestazione sportiva più longeva dell’intera provincia sabina e fa del tracciato la sua arma vincente: 15 chilometri che dall’ormai famosa colonnina di Lisciano portano a Campoforogna, quattro tornanti, una chicane e un dislivello di 1.125 metri con una pendenza media del 7.5 per cento. L’anno scorso il toscano Simone Faggioli, presente pure stavolta, fece registrare il tempo record di 5 minuti 23 secondi e 12 centesimi, alla media di quasi 170 chilometri orari a bordo di una vettura Osella FA30 Zyteck - Best Lap, inserita nel gruppo E2/SS e gommata Marangoni Tyres. Il testimonial della kermesse sarà Andrea Montermini, ex pilota e collaudatore dal ‘91 al ‘93 di Ferrari e Benetton ai tempi Michael Schumacher e anche vice campione internazionale di F3000 nel ‘92. Ulteriori informazioni sono reperibili nel sito www.rieti.aci.it, sezione notizie ed eventi.
di VALENTINO ROSSETTI