Corso di SkiMan

Terminillo, ruspe contro il degrado PDF Stampa E-mail
Il Messaggero
Mercoledì 21 Luglio 2010 19:20

Assessore boncompagniTerminillo, ruspe contro il degrado
Il Comune interverrà a Pian de’ Rosce per la bonifica dell’area
Un colpo di “ruspa” potrebbe finalmente mettere la parola fine sull’annosa questione dei “bagni della vergogna” di Pian de’ Rosce. Dopo la segnalazione di ieri su Il Messaggero, con tanto di foto che riportavano uno stato di degrado identico a quello di un anno fa, l’assessore comunale all’ambiente, Antonio Boncompagni, è letteralmente intervenuto a gamba tesa.

«La situazione testimoniata da Il Messaggero è vergognosa - spiega - e la conoscevo bene. Oltre un mese fa, esattamente il 10 giugno, avevo fatto un sopralluogo con il comandante dei vigili urbani, Enrico Aragona. Valutando lo stato di abbandono, avevo disposto l’immediata rimozione di quelle strutture». Un’operazione che, però, tanto immediata non era stata, visto che quasi un mese e mezzo dopo l’ammasso di rifiuti e lamiere era ancora lì. A bloccare i lavori sarebbero state le solite “beghe” burocratiche, in particolare la “paternità” di quell’area e di quelle strutture. «Avevo chiesto al dirigente comunale competente - spiega ancora Boncompagni - di avviare immediatamente l’iter per la rimozione. Il problema è che non è stato ancora accertato se quella zona sia di competenza del Comune di Rieti o dei Beni civici di Vazia. In ogni caso, avevo chiesto di muoverci in due direzioni: avviare l’iter con i Beni civici e far richiesta alla Asm di un preventivo per la bonifica della zona. Poi avevo dato disposizioni di fare un esposto alla procura della Repubblica qualora non fossero stati rispettati i tempi dei lavori. Del resto in quel punto c’è un serio rischio per la salute, non solo uno spettacolo desolante per i turisti».
A chi competa quella zona, di fatto, ancora non è chiaro. Ciò che è chiaro, invece, è l’intervento che verrà fatto dal Comune. «In tempi brevissimi - spiega Manuela Rinaldi, dirigente comunale competente per il settore - provvederemo a far rimuovere quelle strutture. Forse, i lavori cominceranno già domani (oggi, ndr). Su quale sia l’ente che deve intervenire faremo accertamenti in seguito. Per ora la cosa importante è intervenire e rimuovere la situazione di assoluto degrado».
La bonifica, quindi, sarà pagata dal Comune di Rieti che poi, eventualmente, provvederà a chiedere l’idoneo rimborso a chi doveva occuparsi di curare quella zona. L’intervento a Pian de’ Rosce, in ogni caso, non è stato l’unico preventivato dall’assessore Boncompagni che spiega: «Abbiamo anche valutato la necessità di aumentare i cassonetti e, in alcune zone, di inserire quelli della raccolta differenziata in attesa che anche a Terminillo arrivi il porta a porta. Oltre a questo abbiamo fatto un controllo in via dei Licheni, su un muro di contenimento che non ci sembra a norma e sul quale, probabilmente, interverremo a breve». Al Terminillo, qualcosa finalmente si muove. Speriamo non si arresti.
di EMANUELE LAURENZI