E' ufficiale: il Terminillo è di Leonessa. A Trancassini una targa commemorativa
La facoltà di geografia della Sapienza ha stabilito che la vetta principale ricade nel comune leonessano
Tra le montagne del Terminillo all’insegna della musica e delle passeggiate sportive, il Cai di Leonessa e di Rieti hanno consegnato ieri al sindaco di Leonessa, Paolo Trancassini, una targa commemorativa che toglie ogni dubbio sull’appartenenza della vetta del Terminillo al territorio leonessano. «Infatti, erroneamente - spiega il reggente del Cai di Leonessa, Pino Calandrella, che ha guidato il gruppo che ha posizionato una targa anche sulla nuova vetta del Terminillo - si riteneva fino a oggi che la vetta fosse quella a metri 2215,43 che ricade nel territorio del comune di Leonessa e di Micigliano; mentre, al contrario, a 2217,13 vi è la vetta principale del Terminillo ricadente nel comune di Leonessa come stabilito dalla facoltà di Geografia dell'Università La Sapienza di Roma».
Il sindaco di Leonessa ha sottolineato «l’importanza che il Terminillo ha per Leonessa e per l’intera provincia di Rieti e oggi, anche da un punto di vista simbolico, la indiscussa titolarità della cima inorgoglisce la città di Leonessa». Trancassini ha evidenziato, inoltre, «la necessità di preservare le bellezze naturalistiche del complesso montano, contemperando questa esigenza con il necessario sviluppo degli impianti sciistici, di fondo e di discesa, che soli possono rilanciare un territorio da anni in difficoltà dal punto di vista occupazionale».
Il primo cittadino di Leonessa ha evidenziato come «l’Amministrazione comunale di Leonessa stia lavorando in accordo con il presidente della Provincia di Rieti Fabio Melilli e con il presidente della Regione Lazio Renata Polverini». La cerimonia si è conclusa con un brindisi per festeggiare le imprese sportive della sottosezione CAI di Leonessa.