Centro per l'asma: spesi tanti soldi, mai decollato
Botta e risposta in Consiglio tra Costini (Pdl) da una parte, e Calabrese e Mezzetti dall'altra
Consiglio provinciale senza scosse, tra strade che non finiscono mai - come la strada degli Inglesi, che si è meritata l'ennesima interrogazione a firma di Angelo Lupetti - e cattedrali nel deserto, erette, arredate e poi abbandonate. E' il caso del Centro per la cura e la prevenzione delle malattie respiratorie del professor Giuliano Ciappi, il famoso pneumatologo che aveva individuato nel Terminillo il luogo ideale per la cura dell'asma e trovato casa al Palazzo del Turismo dell'Apt, ristrutturato e attrezzato dalla Provincia con i fondi dei Patti territoriali (circa 554 mila euro). Ma al taglio del nastro, nell'ormai lontano 2003, non era seguito quel percorso che si era immaginato e che passava per il riconoscimento della Regione, che avrebbe consentito al centro di funzionare in regime convenzionato. Ora di quel centro restano apparecchiature e arredi abbandonati e ormai inutilizzabili, in un Palazzo a sua volta fatiscente in carico all'Apt. Questo l'oggetto della interrogazione presentata dal consigliere Pdl Chicco Costini, cui hanno risposto sia Giosué Calabrese - che da presidente della Provincia volle quel Centro - che l'assessore Alessandro Mezzetti. Calabrese ha ricordato polemicamente l'indisponibilità della Giunta Storace a mettere a convenzione quel Centro, decretandone così la morte. Mezzetti, stando all'oggi, ha spiegato che finché non si dipanerà la matassa dell'Apt sarà difficile capire se il Palazzo del Turismo resti alla Regione o passi alla Provincia. E ove dovesse passare all'ente reatino si vedrà. Altre interrogazioni hanno riguardato il palasport di Passo Corese e lo sviluppo turistico dei monti Sabini, a firma del consigliere Pdl Davide Basilicata, e gli sviluppi di un bando pubblico per geologi, per il quale la Provincia è stata invitata a sanare una serie di irregolarità dall'Ordine dei Geologi. Buona parte della seduta è stata dedicata alla composizione delle commissioni consiliari: a quelle "istituzionali" se ne dovrebbe aggiungere una conoscitiva sul Polo della logistica di Fara Sabina chiesta dal capogruppo pdl Costini «con l'obiettivo di raggiungere la piena trasparenza dovuta ai cittadini, utile sia all'opposizione sia alla maggioranza per meglio comprendere gli aspetti procedurali, di impatto ambientale e urbanistici di un progetto di sviluppo che riguarda l'intero territorio». La discussione è stata rinviata alla prossima seduta. Passa invece all'unanimità l'odg sulla Cariri.
A.L.