Corso di SkiMan

Mille miglia passa per il Terminillo PDF Stampa E-mail
Il Giornale di Rieti
Martedì 10 Maggio 2011 16:19

Mille miglia, la corsa più bella del mondo attraversa Rieti
Il percorso nel capoluogo di venerdì 13 maggio 2011
Anche quest’anno la città di Rieti e il Terminillo si offrono al passaggio delle 383 vetture (8 in più rispetto alla passata edizione) delle Mille Miglia.
L’appuntamento è per la tappa di venerdì prossimo 13 maggio quanto i partecipanti alla Rievocazione Storica delle Mille Miglia-Ferrari Tribute to Mille Miglia transiteranno sul nostro territorio attraverso il seguente percorso: Piazzale Campoforogna, SP10a (prove cronometrate), piazzale Cinema Tre Faggi, via degli Appennini SS4bis, via Lisciano, via Rieti, via del Terminillo, via Palmiro Togiliatti, via Pietro Nenni, viale Morroni, viale Ludovico Canali, via Cintia, piazza Vittorio Emanuele II (controllo e timbro), via Roma, Ponte Romano, via Porta Romana, piazza della Repubblica, via Salaria per Roma SS4. L’orario di transito delle vetture è previsto tra le ore 17.10 e le 20.35.
Non mancheranno anche per l’edizione 2011 nomi prestigiosi dello spettacolo, dello sport e del giornalismo (tra questi Giacomo Agostani, Rowan Atkinson, cioè il mr. Bean televisivo e cinematografico, l’ex calciatore dell’Inter Lothar Matthaeus) con una nota di interesse in più per i nostri concittadini considerato che alla Rievocazione di quest’anno parteciperà un equipaggio tutto reatino composto da Giustino De Sanctis e dal padre co-driver, l’avv. Innocenzo De Sanctis, presidente dell’ACI di Rieti e della Fondazione Varrone, a bordo di una Lancia Aurelia B2 del 1957.
«Le Mille Miglia e Rieti sono ormai un binomio consolidato – dice l’Assessore al Turismo Giuliano Sanesi – e di conseguenza anche quest’anno gli appassionati e non solo potranno assistere ad sfilata affascinante di vetture che hanno fatto la storia della grande corsa italiana e del nostro automobilismo, e sono sicuro come nelle edizioni passate, che tutti i concorrenti verranno salutati con la consueta carica di simpatia da parte dei nostri concittadini».