Corso di SkiMan

Terminillo sbriciola la giunta regionale. PDF Stampa E-mail
Il Corriere di Rieti
Mercoledì 26 Ottobre 2011 14:48

Terminillo sbriciola la giunta regionale.
La governatrice Polverini contro la decisione dell’esecutivo di impugnare la normativa. Il governo boccia il piano casa e gli assessori del Pdl si dimettono.
Altro che “Rivoluzione di ottobre”. Il 25 ottobre del 2011, piuttosto che ricordare Lenin e uno dei giorni più importanti per la storia della Russia e non solo (anche se correva l’anno 1917), in Regione si celebrerà la “rivoluzione di Renata”. O, almeno, il tentativo.

Dopo aver incassato una vera e propria legnata sul piano casa, impugnato in buona parte dal governo e messo all’indice dal ministro Giancarlo Galan e dai suoi fedain, la giunta Polverini perde per protesta i due terzi della sua rappresentanza, ovvero tutti gli assessori del Pdl che, per opporsi alla decisione del governo, si sono dimessi. A differenza dei bolscevichi del 1917, che occuparono l’allora capitale Pietrogrado, la squadra Polverini ha occupato la sala Tevere della giunta e dalla sede regionale sono partite accuse precise, con nomi e cognomi, che avranno fatto fischiare le orecchie al premier Silvio Berlusconi e al suo partito.