Il Terminillo si prepara per la stagione invernale. La Pro-loco elabora il programma
Arriva la prima neve ad alta quota
Il circo bianco si rimette in moto Scoppia la polemica sui ritardi per la realizzazione delle strutture
Tanto vento e cumuli di neve ammassati nei valloni. A una settimana dal Natale il Terminillo è ancora piuttosto «scoperto», ma una sfiocchettata ieri c'è stata e la temperatura, dopo il tepore dei giorni scorsi, sta finalmente scendendo sotto lo zero. I preparativi per ospitare i vacanzeiri sono ormai ultimati e proprio questa mattina alle 10, nei locali del Comune di Rieti di Pian dè Valli, si terrà l'attesa assemblea della potente ProLoco. Il gruppo ha raggiunto numeri importanti: oltre 400 iscritti, tra operatori turistici e proprietari di residence.

«Per le prossime festività natalizie abbiamo preparato un bel programma di iniziative - fanno sapere da Pian dè Valli - nelle prossime ore sarà ufficializzato». Di sicuro, Babbo Natale con tanto di slitta darà inizio ai festeggiamenti il 25 dicembre alle 12. Un bel giro per il paese. Si andrà avanti sino al 7 gennaio. Attesissima la passeggiata sulla neve con le ciaspole (e polenta finale) per il 30 dicembre. Sarà anche il compleanno della Pro Loco Terminillo. In un solo anno di vita, la Pro Loco ha organizzato e realizzato più manifestazioni delle sue precedenti consorelle messe insieme. «È stato unito l'utile al dilettevole - dicono dalla montagna - Il coordinamento del traffico locale, la festa del mirtillo, il trekking sul Conetto, la serata delle stelle in funivia, giusto per citarne alcune, ma il fiore all'occhiello è stato il master dei corni francesi, realizzato nella splendida cornice della Valle degli Angeli, e nella chiesa di san Francesco, hanno ricreato un senso di piena soddisfazione in chiunque in quel periodo si trovava da quelle parti». Non sono mancate le critiche costruttive alla politica «dormiente». «Il centro con piscina che sta realizzando la Provincia ha accumulato ritardi francamente ingiustificati. Qui si lamentano tutti e alcuni proprietari di case di Roma volevano chiamare addirittura Striscia la Notizia. Abbiamo chiesto loro di soprassedere ma quello che sta accadendo con La Valletta è uno scandalo. Passeremo l'ennesimo Natale con un cantiere che inquieta. Ora Melilli ci ha detto che la fine dei lavori è rimandata alla prossima estate». E non si pensi che la Pro Loco tiri solo verso un colore politico, perchè non sono mancate le bacchettate anche verso la Regione. «Iniziativa importante è stata quella di scrivere una vibrata e accorata lettera alla Polverini, seguita da centinaia di messaggi inviati per via telematica, che hanno scosso il torpore della Regione Lazio ed hanno risvegliato le coscienze dei nostri politici. Risultato di questa insolita iniziativa? Prima che termini il corrente anno, il protocollo d'intesa già firmato dai Comuni interessati, avrà la sua efficacia operativa che provocherà la graduale messa a disposizione dei famosi venti milioni di euro per il rifacimento dei sei importanti impianti di risalita, ormai fermi da vari anni. E nella primavera del 2012, il Terminillo riassaporerà il piacere dell'apertura dei cantieri per la realizzazione delle relative seggiovie.
Paolo Di Lorenzo