Il Duce al Terminillo
tratto da
Soldi, Sesso e Segreti al tempo del Duce…
di Giovanni Preziosi

Il nuovo ciclo della Grande Storia si apre con un originale, esclusivo ritratto del Ventennio. Un’inedita storia del regime, declinata in tre parole chiave: Soldi, Sesso, Segreti.
"Con le sorelle Petacci
Nel dicembre del 1932 cominciarono le frequenti gite del Duce al Terminillo [...]

Nei primi tempi sopra al monte non vi era che l’albergo “Savoia” e fu qui che per la prima volta vidi la Petacci [...] La Petacci e la sorella Miriam di solito prendevano alloggio all’albergo delle Nazioni in Rieti, venivano su al mattino verso le 10, si univano al Duce e trascorrevano la giornata insieme facendo colazione sulla neve. Alla sera, se il Duce pernottava all’albergo, Claretta rimaneva nell’appartamento presidenziale. Nelle serate che quest’ultima si sentiva indisposta, era la Miriam che sgattaiolava nelle ore notturne nella camera di Mussolini e, come mi riferiva la proprietaria dell’albergo, ne usciva al mattino prima dell’alba sostituendo così la sorella nelle cure amorose al Duce."
Da questo documento emerge il ritratto senza censure di un uomo volitivo e vanitoso. Non sempre forte come amava apparire. E soprattutto dominato da una incontrollabile passione: le donne.