Corso di SkiMan

Parco regionale del Terminillo PDF Stampa E-mail
Il Giornale di Rieti
Martedì 19 Novembre 2013 07:45

Sinistra per i Beni Comuni: istituire il Parco regionale del Terminillo
Da Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani la proposta programmatica al bilancio 2013
La Sinistra per i Beni Comuni per Rieti (Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani), nell’ambito della discussione di maggioranza sul bilancio di previsione 2014, ha avanzato la proposta di sviluppare un’azione condivisa per la realizzazione del Parco Regionale del Terminillo e dei Monti Reatini. La tutela del verde e dell’ambiente ha, secondo noi, il suo snodo naturale nella tutela e valorizzazione del Terminillo. Gli investimenti previsti dal piano di sviluppo del Terminillo, finanziati per 20 mln di € dalla Regione Lazio, determinano, ancora di più le condizioni affinchè si proceda definitivamente ad istituire il Parco Regionale del Terminillo e dei Monti Reatini, nel cuore del Lazio. La valorizzazione del Monte Terminillo e dei Monti Reatini, tra le più importanti emergenze dell’Appennino Centrale, è assicurata solo da un progetto di sviluppo integrato tra le risorse ambientali, culturali e turistiche, e può, a breve e a lungo termine, portare nuovo reddito e nuova occupazione per il territorio.
Il Parco, come strumento di valorizzazione integrata delle risorse del distretto montano, diventa un’opportunità di semplificazione e di efficienza, capace di rilanciare le tipicità agro-alimentari, la ricettività, i servizi, opere di conservazione di borghi, grazie alla creazione di incentivi e investimenti gestiti in forma partecipata e/o delegata, ma anche grazie all’impegno di organizzazioni sociali locali.
Lo sviluppo del Terminillo e dei Monti Reatini non passa solo attraverso un massiccio ampliamento del bacino sciistico. Se il Parco nasce e si sviluppa, lo sci può svilupparsi insieme e grazie al Parco, ma sempre in equilibrio con gli obiettivi di tutela e di valorizzazione. Il Parco può assicurare benefici durevoli e diffusi, e garantire un turismo tutto l’anno, non solo nella stagione invernale.
Si ritiene pertanto che il comune di Rieti debba farsi promotore di una relazione istituzionale con tutti i Comuni interessati ed insistenti nel massiccio del Terminillo al fine di sollecitare la regione Lazio a porre in essere tutte le determinazioni necessario all' istituzione del Parco anche al fine di garantire attraverso la creazione di un ente sovracomunale un armonizzazione delle politiche di sostenibilità e di sviluppo dei territori e delle comunità interessate.
di Pamela Franceschini