Il Corriere di Rieti

Terminillo, la palestra incompiuta tra spreco di soldi pubblici e monumento al degrado
Un monumento al degrado e allo sperpero di denaro pubblico. Stiamo parlando della struttura che domina il campo di altura del Terminillo, in località “Cinque confini”. Uno scatolone di cemento che sta marcendo sotto l’effetto delle intemperie e degli anni che scorrono inesorabili e che nel progetto iniziale avrebbe dovuto ospitare una palestra, solarium, laboratori, bar e ristorante distribuiti su due livelli.

Terminillo stazione montana, Rieti approva le modifiche al progetto. Ora si attende l'ok da Roma
Terminillo, la volta buona? Ne è convinto il Comune di Rieti, e in effetti le tessere del complicato mosaico sembrano comporsi correttamente. Parliamo di Terminillo Stazione Montana, progetto di ristrutturazione e ampliamento dell’intero comprensorio sciistico, per cui la Regione Lazio ha stanziato 29 milioni e che ad oggi, dopo un tormentato percorso fatto di revisioni, rimodulazioni ed una valutazione di incidenza ambientale negativa, sembra ora essere vicino all’agognato progetto esecutivo.

A Terminillo un centro congressi al posto della piscina
Se ne sono dette tante, sono stati avanzati progetti e fatte proposte tra cui la possibilità di dividere la struttura in modo tale da avere un impianto sportivo per il nuoto ma allo stesso tempo luogo dove ospitare laboratori specifici per gli istituti superiori quali l’Agrario, liceo scientifico Jucci o l’Alberghiero Costaggini. Si è parlato più volte di lavori praticamente ultimati e imminenti inaugurazioni.

SKATEBOARD
Terminhill, confermata la seconda edizione dal 5 al 7 luglio
Dopo il successo della prima edizione, “Longskate Riders Roma” e “Snowpress”, organizzatori dell’evento, confermano che la seconda edizione del Terminhill-il downhill di Roma si svolgerà dal 5 al 7 luglio.

La denuncia del M5s: "Terminillo e Selvarotonda nell'abbandono"
“Terminillo e Selvaratonda abbandonate e nel degrado”. La denuncia arriva dal Movimento 5 Stelle reatino. “Le desolanti condizioni in cui versano le due stazioni sciistiche - fanno sapere in una nota i pentastellati - sono l’emblema di una mala amministrazione locale che, da una parte si scandalizza giustamente per le interminabili pratiche della ricostruzione, e dall’altra continua a perdere tempo prezioso non cogliendo tutte le opportunità che il territorio del “cratere” già offre.