Notizie dal WEB

Le stanno pensando tutte per frenare questo progetto anche dopo l’approvazione, ricorsi, inchieste, articoli di giornale... ma noi andremo avanti, come abbiamo fatto finora, con forza e determinazione, per amore della nostra montagna e della nostra città!

APPROVATO LO SFASCIO DEL TERMINILLO? LA REGIONE CHE BUTTA VIA IL LAZIO
Il punto interrogativo è d’obbligo, perché da Via della Pisana non è arrivato un comunicato ufficiale, e rendere nota una decisione importante nel pomeriggio del 31 dicembre è singolare. Però a diffondere la notizia dell’approvazione del TSM2, il carosello di impianti destinato a stravolgere il versante settentrionale del Terminillo, sono state fonti autorevoli come Paolo Trancassini, deputato di FDI, ex-sindaco di Leonessa e primo promotore del progetto, e vari esponenti del PD, il partito di Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. Il punto interrogativo, quindi, può essere tolto.

Terminillo montagna da difendere. L’esempio del Catria
Conoscere il territorio per difenderlo e coglierne l’importanza vitale in termini di risorsa materiale e immateriale per la comunità.  Questo l’obiettivo della due giorni “Terminillo splendore montano. La montagna di tutti e di nessuno” organizzata sabato 12 e domenica 13 settembre presso Le Tre Porte ed a Fontenova di Leonessa dal gruppo cittadino Balia dal collare.

Il futuro del turismo sul Terminillo
C’è un piccolo massiccio in Appennino Centrale, a poco più di 100 km dalla Capitale, che in questi mesi ha catalizzato l’attenzione dei social e della stampa locale e nazionale: il Monte Terminillo, in provincia di Rieti nota per la verde Valle di San Francesco oasi di pace, per i campionati internazionali di volo a vela e, in antico, considerata da Plinio il Vecchio l’Ombelico d’Italia.
La vetta più alta del Terminillo raggiunge 2217 metri sul livello del mare, si erge maestosa tra tutti i Monti Reatini ed è apprezzata per la diversità dei suoi rilievi e la bellezza panoramica che si ammira dalla cresta.

In difesa del monte Terminillo
L’iniziativa prevista per il 12 e il 13 settembre nasce la gruppo di attivisti/e La Balia dal Collare Rieti per ribadire il No rispetto al progetto TSM2 (Terminillo Stazione Montana) presentato in Regione Lazio e sottoposta alla Valutazione di Impatto Ambientale. Il progetto, già bocciato due volte, è stato criticato da esperti e docenti universitari rispetto alla sua effettiva sostenibilità economica ed ambientale.