Corso di SkiMan

Personaggi
Marcella Mariani PDF Stampa E-mail

Saletta dei ricordi

La "Saletta dei ricordi" Marcella Mariani, è una mostra permanente, ideata e curata da Antonio Tavani inaugurata il 22/11/2014 dall'Ambasciatore del belgio in Italia Vincent Mertens de Wilmars, nella sede di Cantalice. Il nuovo allestimento in atto, in occasione del trasferimento al Terminillo, è realizzato dalla Proloco in collaborazione con gli Enti partner. Il progetto vede la collaborazione di diverse associazioni sostenitrici. Si tratta di un'esposizione di memorie, reperti, manifesti, pezzi originali, a celebrazione e ricordo della giovane attrice romana e Miss Italia 1953 Marcella Mariani e delle altre vittime della sciagura aerea del 13 febbraio 1955, quando il quadrimotore DC-6  della compagnia belga Sabena si schiantò sul Monte Terminillo in località Costa dei Cavalli nel Comune di Cantalice.

Leggi tutto...
 
Architettura del Terminillo PDF Stampa E-mail

Tra coloro che l'hanno reso grande: Ing. Silvio DoglioIng. Silvio Doglio
Insigne urbanista in Cagliari, autore del libro "Dal sòttano alla casa", l'ing. Silvio Doglio è certamente da annoverarsi tra coloro che hanno veramente valorizzato la località del Terminillo. Egli infatti costruì la villetta che più di tutte incarna lo spirito e lo stereotipo dell'edificio montano di buon gusto, di efficente disposizione degli ambienti, di basso impatto ambientale e alta qualità della vita.

 

Leggi tutto...
 
Giovanni Torda e il Terminillo PDF Stampa E-mail

LA STORIA DI CASA NOSTRA
Con Giovanni Torda il Terminillo ospitò le gare di sci più importanti d’Europa
Giovanni Torda da segretario provinciale del GUF (gruppo universitario fascista) diede vita a Rieti a molteplici e notevoli iniziative culturali e sportive. Oltre a convegni su intellettuali e filosofi della politica (a volte anche non proprio vicini al fascismo) organizzò 10 edizioni della rinomata Coppa del Direttorio che, insieme al Trofeo bianco del Re, costituiva una delle più importanti competizioni sciistiche d'Europa.

Leggi tutto...
 
Il Duce (Mussolini) al Terminillo PDF Stampa E-mail

Il Duce al Terminillo
tratto da
Soldi, Sesso e Segreti al tempo del Duce…
di Giovanni Preziosi

Il nuovo ciclo della Grande Storia si apre con un originale, esclusivo ritratto del Ventennio. Un’inedita storia del regime, declinata in tre parole chiave: Soldi, Sesso, Segreti.
"Con le sorelle Petacci
Nel dicembre del 1932 cominciarono le frequenti gite del Duce al Terminillo [...]

Leggi tutto...
 
Padre Riziero PDF Stampa E-mail

Padre Riziero Lanfaloni: ovvero i molti abiti che fanno il monaco
E' il ricordo di Padre Riziero Lanfaloni, giovane frate conventuale dei Minori di Assisi che venne inviato il 5 giugno 1948 al Terminillo per prendersi cura delle anime, valligiane e villeggianti. Arrivò in sella ad una «Vespa» della Piaggio, la tonaca nera dei conventuali con il cordone bianco a nodi, una valigia di fibra e tanta speranza per la sua missione di parroco montanaro. In un articolo del 1989 su  «Frontiere», rivista della Diocesi di Rieti, Ottorino Pasquetti narrava che il primo impatto con la comunità terminillese non fu molto lusinghiero, ma è cosa nota come i montanari siano guardinghi nell’aprirsi ai nuovi venuti, chiunque essi siano, ma non certo ostili.

Leggi tutto...
 
Atleti del Terminillo PDF Stampa E-mail

Lo sci agonistico al Terminillo

La prima notizia storicamente accertata alla quale possiamo attingere per conoscere l’episodio che dette origine allo sci agonistico, risale al 1800 quando, nella regione nord europea di Cristiania, un campione tanto anonimo quanto antesignano, entusiasmò la carta stampata dell’epoca per una spettacolare scommessa vinta dopo aver effettuato uno «schuss con acrobazie, tra ostacoli e diavolerie varie».

Leggi tutto...
 
Colonnello Zamboni PDF Stampa E-mail

Il caporale Mussolini e il colonnello Zamboni.
Un aneddoto curioso riguarda il Duce e l’ex albergatore del Savoia di Roccaraso, il colonnello Leandro Zamboni, che si trasferì agli inizi degli anni ’30 al Terminillo, dove costruì un altro albergo Savoia, e … leggete cosa accadde.
Pochi sanno che Mussolini salì le prime volte al Terminillo portando con sé anche la moglie Rachele e i figli Bruno e Romano. Erano gite alla buona, con tanto di pranzo al sacco preparato da Rachele. Il Duce, poi, durante i suoi viaggi lampo per il controllo dei lavori della nuova strada, acquistava in una rivendita reatina una semplice pagnotta di pane bruno con un po’ di companatico e saliva la montagna. Era questo il clima di un mondo e di un’epoca che si avviava verso la catastrofe della Seconda Guerra Mondiale.

Leggi tutto...
 
Cesare Ferriani PDF Stampa E-mail

Il capitano Cesare Ferriani, fra gli artefici della storia del Terminillo

Ancora una volta, grazie alla "scoperta" e alla segnalazione dell'amico e principale collaboratore, dott. Mario Gallotta del Gruppo Alpini di Ferrara, è stata ritrovata, prima la notizia e poi il filo conduttore, che ci hanno permesso così di rintracciare le notizie e la storia di questo nostro socio, già Consigliere e Segretario Sezionale, del quale se ne erano perse le tracce dal lontano 1934 e che orgogliosamente lo ricollochiamo nella nostra memoria anche per i meriti di essere stato uno dei principali artefici della nascita ed espansione della stazione turistica-sciistica del Terminillo, denominata anche "la Montagna di Roma".

Leggi tutto...