Stampa
Rassegna Stampa
Visite: 2057

Terni e Rieti, primi passi per il progetto Civiter: nuovi collegamenti treno-bus per il Terminillo
I sindaci sono fiduciosi, Di Girolamo: «Puntiamo a creare sentieri comuni», Petrangeli: «Dalla crisi o si esce insieme oppure non si esce»
Il sindaco di Terni Leopoldo di Girolamo definisce il progetto Civiter «non un semplice protocollo d’intesa, ma un vero e proprio progetto comune tra le due città più vicine, che sono Terni e Rieti». Dopo la recente inaugurazione della galleria che accorcerà le distanze fra le due città, da domenica 19, saranno in funzione i nuovi collegamenti treno-bus tra Terni e il Terminillo.

IL PONTE E LA GALLERIA
Il progetto ‘Civiter’ punta a «creare sentieri comuni – ha spiegato il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo – facendo leva sulle eccellenze territoriali, utilizzando come asse Roma. Sfruttando le politiche della capitale si potranno portare nelle nostre città grandi fattori di sviluppo». In tutto questo sarà fondamentale, inoltre «il porto di Civitavecchia che è il più grande scalo per le crociere del Mediterraneo. Con questa iniziativa si candida a diventare anche il porto dell’Italia di mezzo, dando nuovo slancio ai traffici merci e container, offrendo a Viterbo, Terni e Rieti lo sbocco sul mare di cui si è sempre parlato e che non hanno mai avuto».

GUARDA L’INTERVISTA A LEOPOLDO DI GIROLAMO
Le eccellenze Il processo di rigenerazione avviato dai comuni di Rieti e Terni «si muove nell’ottica di una comune valorizzazione turistica – è intervento il sindaco di Rieti Simone Petrangeli – come fattore strategico di sviluppo e di attrattività, puntando sulle valenze ambientali e storico culturali dei due territori e sulla complementarità delle due realtà urbane. Il territorio compreso tra le due provincie, infatti, pur forte di una popolazione di oltre 200.000 abitanti, diversamente da altre realtà italiane, si presenta quale area di grande pregio ambientale e meta turistica particolarmente interessante per le numerose eccellenze, quali il sistema del Terminillo, il parco del Velino, la cascata delle Marmore, i numerosi bacini naturali e artificiali, i borghi medievali, i santuari francescani e i centri storici».
Terni-Terminillo Verranno utilizzate la già esistente linea ferroviaria che collega Terni con Rieti e quella degli autobus che collegano la stazione di Rieti con il monte Terminillo. «Le uniche modifiche sono state fatte ad alcuni orari in modo da far combaciare le due tratte», ha spiegato Petrangeli. «Lo scopo principale del progetto è quello di permettere agli sportivi ternani di poter venire a sciare senza dover prendere la propria auto, spostandosi grazie ai due mezzi e con un unico biglietto. Ma non solo, anche chi abita nelle zone limitrofe, potrà recarsi a Terni, lasciare la propria auto ed andare a Terminillo con i mezzi». I servizi saranno in funzione da domenica prossima e saranno attivi tutto l’anno, ma «per ora non abbiamo organizzato una campagna pubblicitaria – ha detto Di Girolamo – e quindi gli orari saranno disponibili nel sito del comune di Terni e in quello del Comune di Rieti».

GUARDA L’INTERVISTA A SIMONE PETRANGELI
Progetti futuri La città di Rieti «crede molto nella collaborazione con Terni – ha aggiunto il sindaco Simone Petrangeli – infatti, oltre a questo primo progetto in partenza, abbiamo messo in piedi un gruppo di lavoro per riuscire ad ospitare i prossimi europei di atletica leggera sia a Terni che a Rieti; ospitare inoltre le finali del campionato nazionale primavera che si svolgerà a maggio e cercare di svolgere anche a Terni uno dei quattro gironi del torneo ‘Lo Scopigno’, che raccoglie le migliori squadre europee». «Oltre a progetti nello sport, Asm Terni e Asm Rieti hanno risposto insieme ad un bando dell’impresa Saprodil che cerca socio nel mercato. Queste – conclude Petrangeli – sono occasioni importante per fare rete e favorire la cooperazione tra comunità e amministrazioni. Dalla crisi o si esce insieme oppure non si esce».
di Francesca Torricelli

tratto da: http://www.umbria24.it